Succo di pompelmo, mela e kiwi. Benefici e controindicazioni.

In questo articolo andiamo a descrivere la preparazione di un ottimo succo di pompelmo, a cui aggiungeremo mele e kiwi per addolcirne il sapore. Prima di parlare di quantità e procedimento, vogliamo descrivere le tantissime proprietà benefiche del succo di pompelmo. Questo agrume è infatti efficace nel rinforzare il sistema immunitario, grazie all’importante quantitativo di vitamina C presente. Tra le proprietà ed i benefici va segnalato anche che migliora la salute di occhi e vista, ha proprietà antitumorali, aiuta la digestione e svolge funzioni di soppressore dell’appetito. Fate attenzione però, evitate di bere succo di pompelmo se state facendo una cura farmacologica, in quanto ci sono diverse controindicazioni di cui parliamo in fondo all’articolo. Se invece non state seguendo nessuna cura, fate bene ad abbondare con questo ottimo e benefico estratto di succo.

Ingredienti per il succo di pompelmo, mela e kiwi

1 pompelmo rosa
1 mela
2 kiwi

Cosa assimilerà il nostro corpo:
Pompelmo: come già anticipato, il succo di pompelmo apporta grandi quantità di vitamina C, che funge da antiossidante e rinforza il sistema immunitario. Sono però anche presenti buone quantità di vitamina A e B, anch’esse molto importanti per il sistema immunitario. Tra i sali minerali annoveriamo abbondanti quantità di potassio e ferro, oltre a magnesio, cloro, rame, fosforo e zolfo. Le sostanze che però dobbiamo annoverare sono la naringenina, il limonene e il licopene, tutte con dimostrate proprietà antitumorali. E ancora la luteina, il beta-carotene, la zeaxantina ottime per la salute dei nostri occhi.

Mela: abbassa il colesterolo grazie ad acido folico e flavonoidi, che per il loro potere antiossidante aiutano a prevenire anche infarto e ictus. Tra i sali minerali contenuti in questo frutto segnaliamo ferro, calcio, potassio, fosforo e magnesio. La presenza di pectina ci aiuta anche ad eliminare i metalli pesanti (soprattutto mercurio e piombo) che tramite l’aria delle nostre città purtroppo quotidianamente assimiliamo.

Kiwi: Il kiwi grazie alla sua grande quantità di vitamina C, vitamina E e polifenoli, che hanno proprietà antiossidanti, è un grande alleato contro i radicali liberi. Grazie all’acido proteico è ottimo anche per proteggere l’apparato cardiovascolare in generale e le arterie in particolare (colesterolo cattivo). Infine è molto utile per la bellezza della nostra pelle, tanto da essere sempre più utilizzato dall’industria cosmetica.

Controindicazioni del succo di pompelmo:

Come diciamo sempre, naturale non vuol dire per forza che faccia sempre bene, e quindi bisogna sempre conoscere cosa contiene ciò che mangiamo o beviamo. Ad esempio è ormai risaputo ed accertato che la naringina presente nel succo di pompelmo va ad interferire con alcumi enzimi (i cosiddetti CYP3A). Questi sono presenti nel fegato e servono a metabolizzare tanti tipi di farmaci. Con la loro inibizione quindi, diverse sostanze rimangono stagnanti nel nostro organismo con conseguenti effetti collaterali anche pesanti. E’ stato osservata un’interazione con farmaci per la pressione alta, con farmaci per tenere sotto controllo il colesterolo, ed altri utilizzati per la chemioterapia. Un elenco abbastanza completo lo trovate in questo esauriente articolo della testata Altroconsumo. Il nostro consiglio pertanto è di non consumare succo di pompelmo se state prendendo farmaci. Lasciate passare almeno 48 ore prima di assumerlo. Nel frattempo potete sostituirlo con tantissimi altri frutti.

Accorgimenti per la preparazione di questo succo di pompelmo:
Gli accorgimenti da tener presente per la preparazione di questo estratto di succo di frutta sono pochi. Per il pompelmo ricordiamo, come per tutti gli agrumi, di eliminare la buccia, che risulta troppo dura per l’estrattore di succo. Invece consigliamo fortemente di lasciare i semi, poichè sono ricchissimi di proprietà benefiche (se vuoi approfondire, puoi trovare tutto in questo interessante libro). La dimostrazione sta nel fatto che esistono diversi prodotti in commercio a base di semi di pompelmo. discorso opposto per la mela, dove va lasciata la buccia (opportunamente ben lavata) ed eliminati i semi che invece se frantumati liberano acido cianidrico. Infine per quanto riguarda i kiwi, se sono biologici, possono essere inseriti nell’estrattore con la buccia, dopo averli lavati per eliminare la peluria in eccesso.


ricette estratti di succhi

Se cerchi consigli e ricette per gustare al meglio frutta e verdura, non dimenticare la guida agli estratti di succhi di frutta e verdura ufficiale di GaiaViva!!! La trovi sia in versione ebook o cartacea, solo online su Amazon!! 

Comprala ora!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi