Le 10 curiosità su frutta e verdura che (forse) non conosci.

Quando si parla di benefici e proprietà del mondo vegetale, in genere si tende a credere di sapere già tutto. Sappiamo che i prodotti della terra fanno bene sappiamo che dobbiamo mangiarne in quantità, ed è tutto vero. In questo articolo vogliamo quindi elencarvi 10 curiosità su frutta e verdura che, siamo sicuri, la maggior parte di voi ignora, ma che è utilissimo sapere. Ad esempio, vi stupirete di sapere che non sono gli agrumi le principali fonti di vitamina C, e che non sono gli spinaci la principale fonte di ferro.
(queste sono solo alcune delle curiosità su frutta e verdura elencate nella guida di Gaiaviva, “Estratti di salute“, da cui abbiamo estratto queste 10. Se vuoi conoscerle tutte, procurati ora una copia di “Estratti di salute”).

Le 10 curiosità su frutta e verdura che (forse) non conosci!

1) Le fragole hanno più vitamina C delle arance. Anzi a dirla tutta l’arancia non compare nemmeno nella classifica dei primi 10 cibi per contenuto di questa vitamina. L’arancia è buona, e continua a fare bene poichè ricca di tante proprietà benefiche, ma se lo scopo è assumere più vitamina C, allora mangiate uva, peperoncini, kiwi o peperoni.

2) Gli abituali mangiatori di frutta e verdura hanno più probabilità di mantenere il proprio cervello attivo e in ottima salute anche con l’avanzare dell’età. Qualche esempio? I mirtilli, ricchi di antocianine ed antiossidanti, stimolano l’afflusso di sangue al cervello e, come assicurano alcune ricerche scientifiche, potenziano la memoria a breve termine ed ostacolano il declino delle abilità motorie. L’avocado, fonte di vitamina E, B6 e tirosina, stimola la comunicazione delle cellule cerebrali.

3) Tutte le verdure sono integratori naturali di vitamina A, vitamina K, ferro, calcio, minerali e altri composti minori come flavonoidi e polifenoli. Tutte queste sostanze determinano le particolari proprietà curative e preventive che i vegetali hanno nei confronti di molte patologie tumorali e non solo.

4) Si consiglia il consumo delle verdure appartenenti alla famiglia delle Crucifere (cavolo, verza, rape, cavolfiore, rucola) dalle 3 alle 5 volte alla settimana, poiché ricche di due molecole, l’indolo-3-carvinolo e sulforafano, con spiccata e dimostrata azione antitumorale. Queste preziosissime sostanze, che sono le responsabili dell’odore tipico di queste verdure, inibiscono infatti l’angiogenesi, ossia la formazione dei vasi sanguigni necessari alle cellule tumorali per la loro proliferazione. Inoltre favoriscono l’apoptosi, cioè la morte delle cellule precancerose.

5) Altra curiosità su frutta e verdura che pochi conoscono, Siamo cresciuti con il mito di Braccio di ferro, il simpatico personaggio che mangiando spinaci fa il pieno di ferro. Quello che forse non tutti sanno è che gli spinaci non sono affatto gli ortaggi più ricchi di questo sale minerale. Ad esempio la rucola ne contiene quasi il doppio, e cioè 5,2 mg ogni 100 grammi, e le mandorle ne contengono 4 milligrammi ogni 100 grammi, contro i 2,9 mg degli spinaci.

6) Ci sono verdure che possono rinascere dai loro stessi scarti. L’elenco comprende scalogno, lattuga romana, citronella, sedano, cipolla e cavolo cinese. Se non avete mai provato lo potete testare anche sul balcone di casa. Prendete del sedano, tagliate i gambi dalla base e posizionatelo in una ciotola di acqua tiepida ed in un luogo soleggiato. Dopo una settimana, le nuove foglie sono cresciute e ispessite, e la nuova base può essere ripiantata.

7) lo zenzero è un valido aiuto contro l’alito cattivo. Una tecnica orientale consiste nel mettere una fettina di zenzero in un po’ d’aceto per poi masticarla una volta terminato il pasto. Nell’antichità gli indiani usavano masticare zenzero quale purificatore dell’alito prima delle cerimonie religiose: con la bocca purificata infatti potevano cantare e parlare agli dei.

8) L’anguria ha una concentrazione di licopene superiore a quella dei pomodori freschi. Questa importante sostanza antiossidante contrasta l’azione dei radicali liberi, e aiuta il sistema immunitario. Per ottenere tutto il meglio dal licopene contenuto nell’anguria, è consigliabile tagliarla e consumarla a temperatura ambiente. Inoltre l’anguria a cena può conciliare il sonno, perché stimolerebbe la produzione di serotonina.

9) Il freddo del frigorifero può rovinare il sapore delle patate. Meglio conservarle a temperatura ambiente e possibilmente lontano dalla luce del sole per evitare che germoglino, e sviluppino quindi la solanina, un alcaloide tossico per il nostro organismo. L’ideale sarebbe al buio in un sacchetto di carta come quelli usati per il pane. Solo così potremo conservarne più a lungo la freschezza e la fragranza!

10) Per concludere con questo elenco di curiosità su frutta e verdura, lo sapevi che i broccoli in realtà contengono più proteine rispetto alla carne bovina? Ebbene sì! Quando si parla di proteine macro-nutrienti di vitale importanza, la frutta e la verdura sono spesso le fonti più sottovalutate. Questo perché la maggior parte delle persone, tende a mettere in relazione frutta e verdura con le vitamine e minerali, e la carne con le proteine. Invece un buonissimo succo verde (noi ti consigliamo questa nostra ricetta) apporterà una grande quantità di proteine vegetali, al punto che raggiungerai il fabbisogno quotidiano quasi senza rendertene conto.


ricette estratti di succhi

Se cerchi consigli e ricette per gustare al meglio frutta e verdura, non dimenticare la guida agli estratti di succhi di frutta e verdura ufficiale di GaiaViva!!! La trovi sia in versione ebook o cartacea, solo online su Amazon!! 

Comprala ora!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi